Pelizza

Oltre la Scienza: un argomento molto personale tra me e Majorana. Chi crede in Dio non ha dubbi chi non crede forse sorriderà, ma io, come credente, ho il dovere di testimoniarlo. (Leggi: Oltre la Scienza)


Il Prof. Erasmo Recami in una intervista a Voyager ha espresso delle riserve sulla autenticità delle lettere di Majorana, comprese quelle a Lui scritte da Majorana, su mia richiesta. Al fine di dissipare ogni dubbio e ringraziarlo per l’opera che sta svolgendo mi permetto di allegare questa lettera che possa essere un ulteriore contributo al suo lavoro. Lettera per il Prof. Recami.
Di seguito la Perizia della Dott.ssa Sala Chantal: Vedi Perizia.


Ultimamente ho fatto pubblicare su siti e libri mie lettere che anche se ormai note, ritengo utile riproporle nel mio sito:
Comunicazione del 15-02-2017
Dichiarazione del 01-03-2016
Dichiarazione del 09-04-2015


 

20 risposte a “Pelizza”

  1. Caro Rolando, cari amici, sono felice perchè finalmente questa "voce", finora soffocata dal male e dalle cattive intenzioni, potrà giungere a tutte le persone di buona volontà e forse, tutti insieme, potremo finalmente dare luogo a quanto il Signore tramite il suo emissario, che ho avuto la fortuna di conoscere, vuole donarci per il generale benessere del genere umano. 

  2. Gent.mo Rolando la mia stima per il tuo lavoro non può essere esplicata con semplici parole.  Ma se un giorno questa tecnologia ci consentira' di rivivere le nostre vite sarà anche grazie al tuo immenso contributo umano.Consapevole di quante angherie hai dovuto sopportare portandoti anche lontano dai tuoi affetti. Che il signore ti guidi in questo percorso e ti aiuti sempre. D.C. 

  3. Gracias al universo por la calidad de unos seres humanos excepcionales Majorana-Pelizza (y las personas que han confiado), los cuales sí son dignos de dirigir a la humanidad.
    Unámos nuestras fuerzas por un Mundo Mejor.
    Mi más profunda admiración e infinito apoyo.

  4. Gent.mo Ing. Pelizza,
    a mio parere il triste esito della vicenda è dovuto al fatto che non fu messa nelle mani di Dio e della Sua volontà. Mi spiego in sintesi:
    pur essendo lei un credente, il non aver consacrato questa vicenda a Gesù Cristo l’ha esposta ai seguaci dell’Anticristo che governano oggi il mondo. Chi siano e come agiscano lo insegna lei a me.
    Essi erano già sulla strada della macchina, da usare per il male: lei con la pubblicazione dei disegni li ha aiutati. Sapevano già che la struttura (case) non è altro che un accumulatore-generatore orgonico a matrioska, che una parete interna è costituita di orgonite, e che il funzionamento è basato sui princìpi della radionica. L’omissione -e ora la distruzione- dei calcoli logaritmici non è un problema per gli scienziati collegati ai servizi segreti delle grandi potenze: li ricostruiranno presto.
    Il punto è che la radionica, intesa come utilizzazione di Energia Vitale con strumenti telematici, per collegamenti universali sintonizzati su qualsiasi bersaglio per scopi buoni o malvagi, altro non è che Magìa, sulla quale il Catechismo della Chiesa Cattolica ai numeri 2115-2117 parla chiaro.
    Lei avrebbe dovuto tacere -come Majorana- l’esistenza della macchina. Fu patetico voler dimostrare la sua scientificità e applicabilità a illustri doppiogiochisti che di esse non dubitavano affatto. La trasmutazione della gommapiuma poteva essere segretamente consegnata a delle ONLUS o Chiese che l’avrebbero usata per alleviare sofferenze di migliaia di poveri.
    Tra poco lei renderà l’anima a Dio, per lei sto pregando e pregherò. Si unisca alle mie preghiere per chiedere al Signore la luce della salvezza, alla quale penso che lei tenga moltissimo.

    Un abbraccio fraterno, Pier Calabresi ossm, eremita
    Profilo Facebook Pier Calabresi (Diventare Roveto Ardente)

  5. Dottor Pelizza non molli, non lasci tutto, vedere ciò che ha scritto nella Home paga mi rattristisce… La prego faremo a modo di aiutarla in qualche modo e anche di sostenerla… Basta che non molli tutto…

  6. Gentilissimo Rolando,

    sono un giornalista e vorrei pubblicare un articolo sul tecnologia della sua macchina relativa alla seconda fase e precisamente al test che lei ha effettuato sul riscaldamento ed ebollizione dell’acqua nei tubi in PVC trasparenti.

    La ringrazio anticipatamente
    Enrico

  7. Sono sorpreso di apprendere questa notte che Majorana ha vissuto cosi’ a lungo.
    E’ incredibile quanto avanzato fosse il suo genio.
    Sarebbe bello per l’umanita’ che tutto questo sapere teorico, e non sto parlando dell’applicazione della macchina, venisse in qualche modo preservato.

  8. Non c’e’ un’invenzione nell’ambito di macchine o simili che non sia stata usata anche per motivi bellici.Ne consegue che dovremmo fare tutti gli eremiti per normalità della vita.Ma questa m. potrebbe ad esempio essere usata contro un eventuale asteroide in rotta di di collisione con la T. speriamo non succeda.Comunque questa potrebbe essere costruita e usata per semplice ricerca avanzata nel ramo della nuova fisica.In un altro paese d’europa l’avrebbero fatto .Ma l’Italia no l’Italia non si puo’!!Non per il Papà,non perché’ e’ pericolosa , ma perché’ abbiamo troppi avvocati , commercialisti imprenditori turistici ecc. c’e’ poco spazio per invenzioni .Molta gente ha una gran paura che se scoprono che in Italia tramutiamo in oro quello che tocchiamo… o se scopriamo il modo di dominare gli altri popoli con una super arma…. fecero bene i Romani a prendere a calci in c. il mondo pero’ non conoscevano ancora Dio.Per concludere il mio panegirico, preghiamo la Madonna madre di provvidenza e di misericordia e le cose utili avranno un avvenire .

  9. Caro sig. Pelizza, tutto quanto avvenuto ha il sapore di un amaro addio e di una ingiusta sconfitta,per tutti i motivi che altre persone hanno gia’ egregiamente espresso nei loro commenti. Vorrei richiamarli tutti,perche’in ognuno e’ contenuto una parte del sentire come comunita’ umana solidale. Proprio per questo non mi posso rassegnare ad un Blog che sia solo lo specchio di un bel funerale! Avendo imparato a conoscerla attraverso i suoi scritti non posso credere che una conoscenza così TOTALIZZANTE PER L’UMANITA'( non so usare un aggettivo piu’ consono),sia stata da lei definitivamente distrutta,proprio dopo tutto quello che ha passato! Ho l’intima speranza che ,pur non potendolo dire,per poter finalmente vivere in pace con la sua famiglia, abbia lasciato una traccia di questa conoscenza nelle uniche mani sicure che tutti noi conosciamo,per essere usate al momento opportuno. La ,credo a nome di tutte le centinaia di persone che l’hanno seguita e la seguono,se ancora non l’avesse fatto di pensarci davvero !!! A che pro altrimenti far vivere un Blog? Un abbraccio fraterno a nome di tutti noi.

  10. Gent. Ing. Pelizza,
    ho seguito una conferenza del giornalista Rino Di Stefano e visto il film di Tognola che parla della macchina.
    Le confesso che sono sempre stato affascinato dalle storie che hanno un certo che di misterioso. Di Majorana, avevo saputo diversi anni fa, ma di Lei e della macchina non ne sapevo nulla. Anzi Le diró di più. Quando, intorno ai miei venti anni, seppi della scomparsa di Ettore Majorana, mi chiesi il perché, essendo trascorsi allora, circa cinquant’anni dall’accaduto, se ne parlasse ancora. Beh, non è mai troppo tardi, e l’ho scoperto oggi, a cinquantadue anni. La scoperta di Majorana che, probabilmente era solo una formula in quel tempo, destabilizzó i pochi che comandavano all’epoca e Il fisico decise di ritirarsi in convento, giacché territorio Vaticano dove lo stato italiano non poteva e non può entrare. Forse con l’appoggio del Vaticano ha perfezionato la formula e creato, poi, per Sua mano Ing. Pelizza, il prototipo. Comunque sia, io personalmente Le credo e le chiedo perché non dare la possibilità a noi esseri umani semplici, persone normali e non ai Governi, di poter utilizzare tale fonte di energia in proprio ?
    C’e una possibilità che questo possa accadere, magari costruendosi la macchina in forma ristretta, solo per le esigenze di casa propria ?
    In attesa di suo cenno, l’iccasione mi è gradita per pirgerLe cordiali saluti.

  11. I’m curious to find out whаt blog system you haѵe been utilizing?
    I’m having some small secᥙrity problems with my lɑtest blog and
    I would ⅼike to find something more risk-free.
    Do you havе any suggestions?

  12. Credo purtroppo lei non risponderà a nessuno di noi, quindi eviterò di porle domande e attenderò che lei risponda agli altri utenti, ci dia un progetto, un qualcosa di fattibile tangibile, è estremamente complicata la costruzione della macchina, serve un fisico con nozioni al di fuori di quelle conosciute? Ci renda partecipi e noi continueremo la sua lotta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *